All for Joomla All for Webmasters

Torino, riparte CinemAmbiente

Torino, riparte CinemAmbiente

​ Per gli appassionati di cinema ambientale anche quest'anno l'appuntamento sarà all'ombra della Mole. A partire da martedì 31 maggio infatti avà inizio a Torino, CinemAmbiente che proseguirà fino a domenica 5 giugno.

L'ormai nota kermesse, giunta alla sua XIX edizione testimonia come il cinema ambientale non sia solo una produzione di nicchia, ma come al contrario stia diventando una realtà sempre più significativa nel panorama internazionale. Di fronte alle emergenze che si profilano all'orizzonte così come la Conferenza sul clima di Parigi, il Cop 21, ha recentemente messo in luce, non si può più rimanere indifferenti ed anche occuparsi di cinema si configura chiaramente uno strumento di denunzia e una forma di militanza in ambito ambientale.

Durante CineAmbiente verranno proiettati 81 film introdotti o commentati dagli autori e da esperti. Come di consueto si tratterà di una vera e propria gara, i riconoscimenti alle pellicole che concorreranno verranno assegnati da cinque giurie e dal pubblico. A dare il via all'evento sarà Demain, documentario francese già insignito in patria con il premio César e accolto con favore dal pubblico d'oltralpe. Anche francese è Les Saisons, di Jacques Perrin a cui andrà il premio «Movies Save the Planet» che CinemAmbiente assegna ogni anno a una grande personalità del cinema ambientale. Atteso anche Dear President Obama, film, in anteprima, sui danni del fracking di Mark Ruffalo, protagonista, tra l'altro, del recente Il caso Spotlight. Sul grande schermo troveranno poi spazio The Babushkas of Chernobyl, sul disastro avvenuto in bielorussia 30 anni fa e Nata libera, film vincitore di due Oscar con protagonista la leonessa Elsa che tornerà in sala dopo cinqunt'anni, restaurato in alta definizione.

Il Festival proseguirà con una serie di film legati ad ambiti diversi come quelli dedicati alla montagna, nell'ambito del progetto «In cordata» che CinemAmbiente realizza durante l'anno in collaborazione con il Circolo dei lettori e la Compagnia di San Paolo. Numerosi saranno anche gli eventi inerenti la kermesse tra cui il premio letterario «Le ghiande di CinemAmbiente» che sarà assegnato a Wu Ming 2 ed Abitanti. La moltitudine migrante, un'installazione realizzata con il Museo d'arte contemporanea del Castello di Rivoli e in collaborazione con Legambiente. L'appuntamento è per domenica 5 giugno, Giornata Mondiale dell'Ambiente, alle ore 16 in piazza San Carlo dove verranno disposti oltre 7.000 pezzi in forma di umanoidi, tutti diversi nel loro aspetto esteriore, ottenuti dall'assemblaggio di materiali eterogenei. Il fine dell'iniziativa, che ha coinvolto migliaia di bambini e adulti sia in Italia che all'estero, è far riflettere, a partire dal gioco, sui concetti d'identità e differenza e sulle idee di confini e barriere che separano individui e popoli. Le migrazioni a causa di disastri ambientali dovuti soprattutto ai cambiamenti climatici e il riconoscimento di rifugiato ambientale sono, infatti tematiche delle quali purtroppo si parlerà sempre di più anche in futuro e che per tanto non si può fingere di ignorare.

Ancora Legambiente Piemonte e Valle d'Aosta sarà protagonista di Ecokids, la sezione di Festival dedicata ai ragazzi che propone una serie di film selezionati proprio per gli studenti delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado, al fine di promuovere anche nei giovani comportamenti ecosostenibili. Le proiezioni di Ecokids saranno gratuite e si svolgeranno nelle mattinate di martedì 31 maggio e mercoledì 1 giugno alle ore 9:30 nelle sale 1, 2 e 3 del Cinema Massimo di via Verdi 18. Ogni proiezione sarà seguita da un dibattito sui temi del film.





Parigi, una città tutta da scoprire
Saint-Denis, non solo Stade de France

Related Posts

 

Commenti

Ancora nessun commento
Already Registered? Login Here
Ospite
Domenica, 20 Ottobre 2019

Immagine Captcha

Ricevi i nuovi articoli via email

Vai all'inizio della pagina