All for Joomla All for Webmasters

10 buoni motivi per mangiare arachidi

10 buoni motivi per mangiare arachidi

​Le arachidi, note anche come noccioline americane, sono un ottimo snack da consumere durante un aperitivo, purché non siano salate o caramellate, ma anche un gustoso ingrediente per realizzare numerose preparazioni.

​Sono ricche di fibre, minerali, vitamine, acidi ed aminoacidi utili per il benessere del nostro organismo, ma anche decisamente caloriche, dunque bisogna utilizzarle prestando grande attenzione ai quantitativi, agli abbinamenti ed al momento della giornata in cui vengono consumate. Sicuramente non mancheranno sulle tavole delle feste insieme a noci, nocciole, frutta secca e semi oleosi vari, magari per arricchire il menù di capodanno, ma attenzione a non esagerare.

Le arachidi sono costituite per il 6 % da acqua, contengono l'8,5 % di fibre alimentari, il 25,5 % di proteine, il 4 % di zuccheri, il 2,3 % di zuccheri e addirittura il 49 % di grassi. 

Arachidi proprietà e benefici 

-Essendo ricche di grassi mono insaturi, sono particolarmente indicate nella lotta contro alcune malattie cardiovascolari. 

-Contengono anche alcuni antiossidanti, come l'acido oleico e il resveratrolo, utili per contrastare l'invecchiamento, per mantenere giovane l'organismo e preservare la bellezza della pelle e contrastare il colesterolo LDL ed alcune tipologie di tumore come quello al colon 

-I minerali presenti nelle noccioline americane sono: il calcio, il sodio, il fosforo, il potassio, il ferro, il magnesio, lo zinco, il rame, il manganese ed il selenio.

-Quelle contenute dalle arachidi sono: vitamine B1, B2, B3, B5, B6, vitamina E , la vitamina j e la vitamina PP, importante per la circolazione sanguigna e la salute del sistema nervoso. 

-Contengono folati necessari nella sintesi, nella riparazione e nel funzionamento del DNA e dell'RNA, i principali mattoni della vita e utili per produrre normali globuli rossi e per prevenire l'anemia1. I folati sono dunque particolarmente importanti nei periodi di rapida crescita come l'infanzia. L'acido folico è una forma sintetica del folato, semplice e facilmente assorbita la cui assunzione è raccomandata in gravidanza per ridurre il rischio di avere bambini con difetti del tubo neurale come la spina bifida4. 

-Le arachidi sono ancora una fonte di aminoacidi: acido aspartico, acido glutammico, alanina, arginina, aistina, fenilalanina, glicina, isoleucina, istidina, leucina, lisina. metionina, prolina, serina, tirosina, treonina, triptofano e valina. 

-Contengono la genisteina, una molecola presente anche nella soia, importante poiché protegge da malattie come il cancro al seno o il cancro alla prostata e dal momento che aiuta a contrastare la formazione nel corpo di placche aterosclerotiche, prevenendo così anche infarti e ictus. La genisteina contrasta anche i primi sintomi della menopausa in maniera naturale e bloccando l'enzima che priva la pelle del collagene, le ridona elasticità facendola apparire più liscia e più giovane. 

-Aiutano le donne che hanno appena partorito a produrre latte per nutrire in modo naturale i propri piccoli. Contengono arginina, un amminoacido indispensabile ai bambini che che fino ai 14 anni non sono in grado di produrre autonomamente, ma che devono assumere con l'alimentazione per garantirsi una crescita sana. 

-Presentano il coenzima Q10, una molecola sintetizzata dalle cellule del nostro organismo, la cui produzione si riduce con l'invecchiamento, in caso di malnutrizione e in pazienti, più o meno anziani, che soffrono di malattie croniche. Il coenzima Q10 è particolarmente utile al nostro organismo in caso di infarto, per alcuni tipi di tumore ed emicrania. Il suo potere antiossidante si è anche dimostrato protettivo nei confronti di alcune malattie degenerative come il morbo di Parkinson. 

-La presenza di fibre rende le noccioline americane un buon alleato contro i problemi di stipsi. 

I bambini sono particolarmente golosi di burro di arachidi, un prodotto abbastanza naturale, ma eccessivamente calorico per la presenza di zucchero ed olio di palma il cui utilizzo va attentamente controllato e contenuto. Le noccioline americane andrebbero consumate al naturale, possibilmente a colazione e non andrebbero superati 20 grammi al giorno. 

Controindicazioni 

Le arachidi potrebbero contenere aflatossine, sostanze di origine microbica che sembrano implicate nell'insorgenza di patologie come la cirrosi epatica e diverse forme di cancro. Potrebbero dar luogo a manifestazioni allergiche anche molto gravi. Le noccioline americane andrebbero consumate con moderazione da chi soffre di ipertrigliceridemia e da chi ha problemi di obesità o anche solo di sovrappeso.

Salento: a Gallipoli per Capodanno, Pupi e Taranta
Forte di Bard, Capodanno sulle Alpi con Doiseneau

Related Posts

 

Commenti

Ancora nessun commento
Already Registered? Login Here
Ospite
Sabato, 27 Novembre 2021

Immagine Captcha

Ricevi i nuovi articoli via email

Vai all'inizio della pagina