All for Joomla All for Webmasters

Bologna, per il G7 Ambiente Pandini del WWF e Decalogo degli scienziati

pandini-wwf

Sbarca a Bologna il G7 Ambiente, domenica 11 giugno il capoluogo emiliano ospiterà i Ministri dell'Ambiente dei sette Paesi – oltre all'Italia, Gran Bretagna, Germania, Giappone, Francia, Usa e Canada. Ci saranno anche i due commissari Ambiente e Clima dell'Ue. Inoltre, in rappresentanza dei paesi in via di sviluppo e transizione, è prevista la partecipazione ai lavori dei Ministri dell'Ambiente di Cile, Maldive, Etiopia e Ruanda.

Agli eventi collaterali parteciperà anche Jerry Brown, delegato del governatore della California, contrario all'uscita degli Usa dagli accordi di Parigi, voluta da Trump. I lavori si terranno al Savoia Hotel Regency, l'11 e il 12 giugno. Le tematiche all'ordine del giorno saranno l'attuazione degli obiettivi di sviluppo sostenibili e cambiamento climatico, sviluppo sostenibile e gestione sostenibile delle università, economia circolare, rifiuti marini, politiche green per la crescita e l'occupazione, e finanza sostenibile. Per sottolineare l'importanza dell'evento la città sarà invasa da un gruppo di "pandini" del WWF. Gli animali simbolo della nota associazione ambientalista, con la loro presenza ribadiranno l'importanza del G7 Ambiente e l'urgenza dimettere in campo interventi concreti in favore del nostro pianeta. 

Quella dei cambiamenti climatici è infatti una realtà che non può più essere ignorata. Oggi paese e ogni singolo cittadino deve assumersi le proprie responsabilità e non chiudere gli occhi ed ignorare un'emergenza planetaria. L'iniziativa dal titolo "Save the Climate, Save the Humans" e si svolgerà in pieno centro, dalle ore 9,00 alle 10,00 in Via Rizzoli in prossimità delle Due Torri di Bologna. 

Meno fortunata la dimostrazione organizzata dagli ecologisti che sostengono il «Decalogo per una società ecologica». Si tratta di dieci un manifesto per l'ecologia integrale firmato da 100 scienziati italiani. che hanno chiesto di far sentire la propria voce, denunciando l'inattendibilità di quei paesi, che attaccano Trump presentandosi quali paladini di un nuovo futuro green. Motivo di tale diffidenza è il fatto che lItalia non ha rispettato fino ad ora gli impegni che si era assunta a Parigini in occasione del COOP21 . La reazione della questura non è stata però quella che i manifestanti si sarebbero aspettati: non potranno infatti attraversare le vie del centro pedonali per garantire, secondo le autorità, la mobilità e la libertà di circolazione delle persone che avrebbero il diritto di godersi lo shopping del fine settimana. 

Angalona: la Sardegna che non ti aspetti
Al Museo del Gusto alla scoperta del miele

Related Posts

 

Commenti

Ancora nessun commento
Already Registered? Login Here
Ospite
Giovedì, 18 Agosto 2022

Immagine Captcha

Ricevi i nuovi articoli via email

Vai all'inizio della pagina